Crea sito

COVID-19: Menopausa e dolori articolari

Le donne in menopausa spesso presentano dolori articolari e artrosi, in questo periodo di pandemia da Covid-19, come gestire questi disturbi?

Come ginecologa che si dedica in modo particolare alle donne in premenopausa e in menopausa, in questo periodo di ridotta possibilità di movimento imposta all’epidemia da coronavirus, sto osservando che molte pazienti che vengono da me per la prima volta, oltre ai disturbi più tipici della menopausa come le vampate o la secchezza vaginale, lamentano la comparsa, la ripresa o un peggioramento dei dolori articolari.

Oggi quindi vi darò alcuni consigli per trovare una soluzione e gestire questo disturbo.

Covid-19: menopausa dolori articolari e artrosi

Il distanziamento sociale è una delle misure attuate per limitare la diffusione globale del coronavirus e il modo attuale per poterlo realizzare è quello di restare a casa, oltre che la chiusura delle palestre e dei centri sportivi.

Tuttavia, il consiglio di rimanere a casa, in uno stato di ridotta mobilità forzata, per una donna in menopausa che soffre di dolori articolari e artrosi, causa spesso un peggioramento dei sintomi.

L’artrosi o osteoartrite

L’artrosi o osteoartrite per gli anglosassoni, colpisce più del 20% della popolazione.

È una malattia che colpisce tutti i tessuti dell’articolazione, inclusa la cartilagine, le ossa, i legamenti e i muscoli.

L’artrosi si può sviluppare in tutte le articolazioni, ma più frequentemente colpisce ginocchia, mani e anche.

Si manifesta di solito dopo i 50 anni, quando compare la menopausa, sebbene possa iniziare anche in età più giovane, in seguito a traumi e lesioni articolari.

La prevalenza, l’incidenza e la gravità dell’artrosi sono notevolmente diverse tra uomini e donne.

Una percentuale più alta di donne, soprattutto in post-menopausa, ha una malattia sintomatica.

L’incidenza dell’osteoartrite sintomatica del ginocchio è stata stimata intorno al 10% negli uomini e intorno al 13% nelle donne di età pari o superiore a 60 anni

Pertanto, la malattia colpisce prevalentemente le donne, che hanno maggiori probabilità di soffrire di artrosi del ginocchio più grave e più dolorosa dopo la menopausa.

Cosa dicono le linee guida

Esistono diverse linee guida per il trattamento dell’osteoartrite che si concentrano sull’attività fisica.

L‘Osteoarthritis Research Society International (OARSI) ha recentemente aggiornato e ampliato le sue linee guida sviluppando raccomandazioni di trattamento incentrate sul paziente per le persone con artrosi del ginocchio, dell’anca e con poli-artrosi (che coinvolge più articolazioni).

I trattamenti per l’artrosi del ginocchio includono programmi di esercizio fisico strutturati con o senza diete e schemi alimentari per mantenere o raggiungere un peso forma.

Quelli per l’osteoartrite dell’anca e per la forma poli-articolare includono programmi di esercizi strutturati a terra.

L’esercizio fisico influisce positivamente sui tessuti articolari, e le più recenti (2019) linee guida dell’American College of Rheumatology e dell’Arthritis Foundation hanno anche formulato raccomandazioni riguardo gli esercizi per mantenere l’equilibrio, il Tai chi e lo yoga per migliorare la funzione articolare e la propriocezione nei pazienti con artrosi.

Attività fisica e Covid-19

Dato che l’esercizio fisico e il controllo del peso sono fondamentali per gestire i sintomi dell’artrosi, consiglio sempre alle mie pazienti in menopausa di fare esercizio il più spesso possibile,

Il covid-19 però ha costretto alla chiusura mondiale di palestre, piscine e parchi ed anche imposto un limite all’uso di spazi aperti per promuovere l’allontanamento sociale.

Le pazienti con osteoartrosi però non devono fermarsi ma continuare a muoversi e fare esercizio a casa, o vicino casa (cioè andare a fare una passeggiata mantenendo il distanziamento sociale) e mangiare in modo sano ed equilibrato.

Anche a casa potete continuare a fare movimento, sul web ci sono vari tipi di videolezioni di fitness, yoga ed esercizi fisici da poter seguire quotidianamente.

Se non avete ancora un tapis roulant, una cyclette o un vogatore è arrivato il momento di investire sulla vostra salute e anche quella della vostra famiglia e acquistarli, per poterli usare regolarmente nella comodità della vostra casa e negli orari che vi fanno più comodo.

Inoltre non dimenticate che l’attività fisica regolare vi aiuta a potenziare le difese immunitarie, una cosa fondamentale in questo periodo di pandemia da coronavirus.

L’importanza della terapia ormonale sostitutiva in menopausa per i dolori articolari

Accanto all’esercizio fisico costante e un’alimentazione equilibrata, l’abolizione del fumo e dei superalcolici, se non ci sono controindicazioni, per una donna in menopausa o in premenopausa una terapia ormonale sostitutiva può aiutare a risolvere anche il problema dei dolori articolari.

Perché gli ormoni in menopausa ci aiutano anche per le articolazioni?

Dovete sapere che dopo la menopausa, la rapida caduta dei livelli ormonali, in particolare gli estrogeni, ma anche la progressiva riduzione degli ormoni maschili come il testosterone e il DHEAS, determinano uno stato di infiammazione progressiva, dovuta a un mancato stimolo dei recettori ormonali presenti nelle articolazioni.

Lo stato infiammatorio articolare da carenza ormonale è più intenso e rapido nelle donne che sono predisposte geneticamente, a causa di un polimorfismo del recettore estrogenico.

Infatti, per queste donne il rischio aumenta se anche altre donne della famiglia (mamma, nonna, zie, cugine, ecc.) hanno avuto un’artrosi importante, soprattutto a livello delle piccole articolazioni delle mani e dei piedi, alle anche e alle ginocchia.

La persistenza dell’infiammazione a livello articolare, se non curata adeguatamente, nel tempo provoca una vera e propria deformità nelle articolazioni, con sintomi caratteristici come: mani gonfie, articolazioni rigide e deformate, difficoltà a salire le scale, dolori alle anche, alla schiena, alle mani, alle ginocchia, ai piedi.

Dato che gli antinfiammatori da soli non curano la malattia  ma solo il sintomo, e soprattutto non impediscono la progressione dell’osteoartrite, come dimostrato da diversi studi scientifici, nelle donne in menopausa per questo tipo di disturbo, è necessaria anche una terapia ormonale.

Infatti le donne che assumono una terapia ormonale sostitutiva (TOS), iniziata subito dopo la comparsa della menopausa, ottengono una riduzione del rischio di sviluppare l’artrosi del 60%.

Inoltre la TOS può migliorare la forza e il tono muscolare e contrasta la perdita della massa muscolare (sarcopenia) causata dalla carenza di ormoni e dall’invecchiamento.

Per cui è opportuno consultare una ginecologa esperta nel trattamento dei disturbi legati alla menopausa per valutare se potete cominciare ad assumere una terapia ormonale adatta a voi.

E se ci sono controindicazioni ad assumere una terapia ormonale?

Per le donne che non possono assumere ormoni, (TOS e ormoni bioidentici) perché ad esempio hanno avuto un tumore al seno o hanno avuto una trombosi, abbiamo a disposizione varie terapie alternative non ormonali, che possono salvaguardare la salute delle vostre articolazioni.

Riassumendo, i miei consigli per le donne in menopausa con dolori articolari e artrosi, in questo periodo di pandemia da Covid-19, sono:

  • La cosa fondamentale è fare una diagnosi precoce e iniziare una terapia adeguata nel momento giusto, cioè subito dopo la comparsa dei sintomi, che in genere coincide con la menopausa, ma può accadere anche prima, in premenopausa
  • Rivolgetevi agli specialisti giusti per questo problema, in cui è coinvolto anche il ginecologo, perché l’artrosi o osteoartrite nella donna dipende anche da una carenza di ormoni. La vostra ginecologa potrà consigliarvi una terapia ormonale sostitutiva che risolverà anche questo problema dei dolori articolari
  • Abbinate sempre la terapia al movimento fisico regolare, anche a casa con videolezioni o tapis roulant o cyclette in questo periodo di pandemia da Covid-19
  • Mantenete il peso forma
  • Fate una corretta alimentazione
  • Smettete di fumare
  • Evitate gli alcolici

Dott.ssa Vincenza De Falco, Specialista in Ginecologia e Ostetricia


Ginecologa esperta Menopausa Roma

Stai cercando una ginecologa esperta in menopausa a Roma?

La dottoressa Vincenza De Falco è una ginecologa specializzata in disturbi della menopausa e della premenopausa.

Può seguirti con attenzione e aiutarti a risolvere i tuoi sintomi…Leggi tutto…

Ginecologa esperta in menopausa a Roma

Puoi prenotare un appuntamento e chiedere informazioni:

Contatti telefonici:

Chiamaci al numero: Tel: 351 840 1750 

(se non rispondiamo lasciate un messaggio in segreteria oppure inviate un SMS, sarete al più presto ricontattate)

Contatti via mail:

Se preferisci avere Informazioni e prenotare gli appuntamenti via mail scrivici.

La nostra mail di contatto è[email protected]


Compila il form con la tua richiesta:


    DOVE SIAMO:

    Studio Ginecologia Roma Centro

    viale Regina Margherita 294,   00198 Roma

    Studio Ginecologia Roma Centro

    Raggiungibile con Metrò linea B fermata Policlinico, Tram 19 e varie linee di autobus

    Nelle vicinanze ci sono parcheggi a pagamento

    Calcola il percorso

     

     

    Studio Ginecologia Roma Nord/Est

    via Donato Menichella 321,   00156 Roma

    (Tra via Nomentana e via Tiburtina, di fronte Heaven 2 Sporting Club)

    Raggiungibile con: bus 444 e 344 scendere al capolinea v. Francesco Bonifacio. Con automobileuscita 12 GRA TORRACCIA (Centrale del Latte) Nelle vicinanze dello studio ci sono ampie possibilità di parcheggio gratuito

    Calcola il percorso

    SPECIALE CORONAVIRUS:


    Menopausa, Coronavirus e TOS (Terapia Ormonale Sostitutiva)…Leggi tutto…


    La vitamina D può proteggere dal COVID-19?… Leggi tutto…


    Coronavirus: differenze tra uomini e donne?… Leggi tutto…


    Coronavirus e Menopausa: come aumentare le difese immunitarie?… Leggi tutto…